Come creare un portfolio online

Sei un designer e ti chiedi quale sia il modo migliore per presentarti ad aziende o potenziali clienti? Oppure come fare a creare qualcosa che possa racchiudere tutte le tue conoscenze, esperienze e migliori qualità nel tuo campo? Insomma, vorresti sapere come si fa a creare un portfolio online? Ecco, questa è una guida che vuole spiegare in modo semplice e completo tutti gli aspetti da considerare quando si crea il proprio portfolio online. In questo articolo, cercherò di darti la maggior parte delle risposte a domande che ti è sicuramente capitato di farti nel corso della tua carriera creativa.

Andiamo con ordine, vediamo innanzitutto perché dovresti creare il tuo portfolio online e perché è così importante farlo nel modo più efficace possibile!

Perché crearsi un portfolio online?

Lo faccio raccontandoti una storia successa agli inizi della mia attività, una mattina dopo il caffè leggo l’oggetto di una mail: “Richiesta collaborazione sito XY”

Bellissimo penso, forse ho un nuovo cliente. Apro l’email e leggo:

“Buongiorno Sara siamo l’azienda XY e avremmo bisogno di un restyling del nostro sito web, ci potrebbe mandare dei suoi lavori?”

Al che io ho subito pensato…

“E adesso? cosa gli mando? Il mio profilo behance ha 3 lavori universitari vecchissimi, il mio curriculum è solamente legato ad esperienze di lavoro…mi serve un PORTFOLIO ONLINE!”

Ecco in breve a cosa serve un portfolio, a presentare professionalmente chi sei, cosa fai e come lo fai. Non sono le uniche ragioni per averne uno, ovviamente eccone altre tra le tante:

1 – Ti permette di mostrare i tuoi progetti in modo professionale

  • Perché mandare lavori a metà o presentati male via mail o chat a dei potenziali clienti invece di mandare un portfolio? Il portfolio online fa sì che il cliente non debba scaricare niente sul proprio computer
  • Presentare i tuoi lavori e tutto quello che sai fare in modo immediato, completo e, soprattutto, professionale! Già. Perché se ti presenti con un portfolio online completo e curato otterrai un’opinione dieci volte più positiva e inizierai già a far capire che tu sei un designer professionista e non il cugino improvvisato.

2- Ti aiuta a farti conoscere come designer

  • Se i tuoi progetti sono di qualità o se il tuo portfolio è strutturato bene, sicuramente potrai riscontrare delle ottime opinioni e degli ottimi feedback da parte di persone che lavorano nel tuo stesso settore ma anche da persone che vengono da altri settori.

3 – Racchiude tutte le tue info

  • In sostanza cancella tutti i limiti che può avere il classico curriculum. Su un portfolio tu puoi inserire tutto: i tuoi lavori ma anche la tua storia personale come professionista, alcuni aneddoti, lavori in corso non ancora ultimati oppure raccontare il tuo stile unico e personale.

Benissimo Sara mi hai convinto, devo farmi un portfolio online. Come faccio però?

Come creare un portfolio online?

Ci sono varie opzioni e qui ti elenco alcuni strumenti

Creare un portfolio con Behance

Creare un portfolio con Behance è semplice, veloce e totalmente gratuito. Basta semplicemente registrarsi sul sito e creare il proprio profilo inserendo di volta in volta i vari progetti con la loro presentazione e l’immagine di anteprima. Se non lo conosci te ne parlo un po’.

Behance.net è un network online di creativi, designer ed artisti. Una piattaforma Adobe su cui postare i propri lavori e in cui scoprire quelli degli altri. Uno degli aspetti più importanti di Behance, che ne hanno garantito il successo, è quello relativo allo scambio di feedback tra creativi che visitano, apprezzano o commentano un progetto. Insomma, ci sono i mi piace, i commenti e i follow e quindi si può quasi definire un social network dedicato esclusivamente ai progetti creativi di qualsiasi campo.

Su Behance si possono postare praticamente tutti i tipi di lavoro: dallo studio di un logo ad un progetto di modellismo, illustrazioni, siti web e via dicendo. La cosa più importante da dire però è che su Behance risaltano solamente i progetti davvero fighi, quelli fatti bene, con senso e buona progettazione.

Logica conseguenza di ciò è che i progetti che si postano su Behance devono essere estremamente curati e interessanti, altrimenti passeranno inosservati dalla community.

Se ti vuoi iscrivere a Behance basta andare sul sito e seguire la procedura (ti consiglio di inserire più dati possibile e di curare bene descrizione personale, foto, esperienze, ecc).

Se vuoi, dai pure una sbirciata al mio profilo QUI.

Come in ogni cosa, però, avere un portfolio su Behance comporta accettare sia i pro che i contro. Vediamo un po’ questi aspetti.

Pro:

  • Behance è un network. Avere un portfolio su Behance ti permette di avere tutti i vantaggi che ho elencato prima come l’interazione tra utenti.
  • Behance offre la possibilità di essere scoperti e visualizzati da potenziali clienti in modo rapido tramite la ricerca sul sito dei vari progetti o tramite link.
  • È un network enorme e, potenzialmente, può permettere di ampliare i propri orizzonti lavorativi anche in altri paesi.

Contro:

  • Dato che è un network enorme farsi notare è veramente molto difficile, ci vuole grande impegno oltre che qualità nei progetti. Direi al pari del gestire il proprio account Instagram.
  • Non offre una personalizzazione totale del tuo portfolio (a meno che non si acceda a Behance ProSite ma anche quello, a parere mio, ha gravi carenze progettuali e di codice)

Altri metodi gratuiti per costruirsi un portfolio online

Cercando online “crea portfolio gratis” ti usciranno milioni di risultati come alternative gratuite a Behance, tutte con i loro limiti. Qualche esempio? CarbonMade, DeviantArt, PortfolioBox, Dribbble e mi fermo qui perché ne esistono milioni, di più o meno peggio.

In generale tutti questi siti offrono una piattaforma dove costruire una pagina personale con i propri lavori in modo semplice ed intuitivo. Hanno però delle pecche fondamentali che, a lungo termine, diventano estremamente limitanti.

Ad esempio, a meno che tu non scelga la versione premium a pagamento avrai sempre un link come sottodominio es. sara.deviantart.com cosa che a mio avviso è estremamente poco professionale.

Il secondo difetto che mi sento di segnalare è che non avrai mai il pieno controllo del tuo sito/portfolio, avrai sempre limiti imposti dalla piattaforma. Non ti permetteranno di trasferire i tuoi dati, oppure di modificare sezioni, font, colori e così via.

Ok quindi Sara cos’è che funziona davvero?

Tutti questi metodi funzionano solo fino ad un certo punto e poi? Poi basta, bisogna creare un proprio sito internet. Fine.

Come creare un sito web portfolio? Te lo posso progettare io! Dal concept, alla creazione di un’interfaccia, sino allo sviluppo totale del tuo sito web. Ti seguirò step by step senza tralasciare i dettagli che vuoi evidenziare.

Se ti interessa visita la pagina dedicata allo sviluppo, alle proposte di hosting e ovviamente non esitare a scrivermi.

Ti aspetto!

Logo Studio Wolfdazz

Post Correlati

Quanto costa la manutenzione WordPress?

Possiedi un sito web realizzato con WordPress e hai bisogno di un aiuto per la gestione e manutenzione del tuo sito? La tua agenzia ti ha abbandonato? Capita spesso purtroppo, perché non hanno alcun interesse a fidelizzare i clienti, ma sono a raccogliere siti nuovi...

leggi tutto

Eventi Tech 2023: gli appuntamenti imperdibili

INDICE:A quale Conferenza o Evento Tech 2023 parteciperai?25 Gennaio Your Security Journey. Evoluzione della protezione26 Gennaio  Information Technology Forum 202319 – 20 Aprile e-Tech Europe 202310 Marzo Incontro Devops Italia 14 – 15 – 16 Marzo   Security Summit...

leggi tutto

10 motivi per avere un sito web

Sicuramente nel corso della vita della tua azienda, che sia piccola media o di grandi dimensioni, ti sarai di certo chiesto se è il caso di avere un sito web. In questo articolo ti voglio spiegare perché nell'era in cui viviamo, immersi in internet e nei social media,...

leggi tutto